imparare-a-respirare-correttamente-con-lo-yoga

Imparare a respirare correttamente con il pranayama

Si può imparare a respirare anche in età adulta. Mi chiederai come è possibile, visto che per vivere abbiamo bisogno di respirare e che l’atto di respirare ci viene naturale. Non sbaglieresti, o meglio, ti sbaglieresti solo in parte.

Perché se è vero che cominciamo a respirare fin dall’uscita del ventre materno, è anche vero che crescendo perdiamo buona parte della nostra capacità polmonare. Mettiti una mano sulla pancia… se non si gonfia, nemmeno tu respiri bene.

Non sei solo: molti adulti respirano solo con la parte superiore dei polmoni, quella del torace, costringendosi ad una respirazione corta, spesso affannosa e su cui non hanno alcun controllo. Eppure, il modo in cui respiriamo incide sul nostro benessere mentale e sulla nostra longevità. Il respiro ci permette di recuperare energia, controllare gli stati d’ansia e migliorare le nostre funzioni vitali.

Recuperare la capacità di respirare in modo completo è possibile anche ‘da grandi’ e la respirazione yoga è uno degli strumenti più efficaci per recuperare questa capacità.
Infatti, grazie al pranayama prendiamo consapevolezza del nostro respiro e riequilibriamo i nostri flussi respiratori, con cambiamenti positivi e persistenti per tutto l’organismo. Vediamo insieme come!

Perché respiriamo ‘male’?

Quando si pensa alla respirazione si pensa ad un atto naturale e istintivo, ma allora perché adottiamo pattern scorretti di respirazione?

A differenza di altri processi involontari, con la respirazione possiamo interagire: accorciare e allungare il respiro, anche sospenderlo fino ad un paio di minuti. Siamo noi a controllare inspirazione ed espirazione. Questa abilità è un arma a doppio taglio.

Da un lato, con una respirazione corretta e consapevole riusciamo a controllare stati fisici ed emotivi a nostro vantaggio. Dall’altro possiamo modificare le nostre abitudini respiratorie e costringerle a ritmi innaturali. In questo non ci aiuta la vita sedentaria che limita il movimento del diaframma, muscolo fondamentale per la respirazione. La stessa frenesia della vita e lo stress ci spingono a respirare più velocemente. Succede così che la maggior parte degli adulti sviluppi un respiro alto e piuttosto veloce, ben diverso da quello più naturale dei bambini, più lungo e completo.

Così perdiamo la nostra capacità polmonare, con effetti negativi sul nostro sonno e le nostre energie, rendendoci cronicamente stanchi e affaticati. La respirazione è fondamentale per la nostra salute: attraverso la respirazione ossigeniamo il nostro corpo, permettiamo il rinnovo cellulare e l’eliminazione delle tossine… incide anche sulle nostre emozioni, sulla nostra lucidità mentale e può portare a stati d’ansia.

Fortunatamente, imparare nuovamente a respirare e allenare la nostra capacità polmonare è possibile. Uno dei modi più efficaci per farlo è il pranayama, un’insieme di tecniche respiratorie dello yoga.

Pranayama per ritrovare il nostro respiro

Invitandoci a trovare il nostro respiro attraverso le diverse tecniche del pranayama, lo yoga ci insegna a riconoscere e guidare il nostro respiro. Lo fa agendo sia da un punto di vista fisico, che mentale, prenderndone consapevolezza attraverso la respirazione ujjayi (tecnica con cui si produce un sibilo, con l’epiglottide un po’ frenata) o altre tecniche.

Migliora la postura per respirare correttamente

Non è possibile sfruttare a pieno la capacità polmonare, senza mantenere una postura corretta. Per lasciare libertà all’apparato respiratorio è necessario che la colonna vertebrale sia diritta e che il diaframma non sia compresso.

Lo yoga con i suoi movimenti lenti e consapevoli, ci insegna ad utilizzare diverse tipologie di respiro assecondando le diverse posizioni del corpo, le asana. In questo modo, impariamo a trovare la nostra respirazione e ad utilizzare tutto il polmone per respirare.

Svuota la mente dai pensieri e respira meglio

Anche le tecniche di rilassamento dello yoga ci aiutano a respirare correttamente.

Il diaframma, uno dei muscoli principali dell’apparato respiratorio, subisce gli stati di ansia e paura, che lo irrigidiscono, fino quasi a bloccarlo. Non è un caso che molti pazienti in esaurimento nervoso o depressione, lamentino del dolore respirando.

La disciplina ci insegna inoltre a riconoscere e guidare il nostro respiro. Questa consapevolezza, può aiutarci nei momenti di crisi, quando rallentando e allungando inspirazione ed espirazione possiamo ritrovare lucidità, controllare l’ansia e perfino calmare il battito cardiaco.

Gli effetti benefici di una respirazione corretta

Abbiamo visto che il respiro è uno strumento potentissimo attraverso cui possiamo migliorare la nostra salute mentale, alleviare il dolore e persino controllare alcune funzioni vitali. Purtroppo, il nostro stile di vita spesso limita la nostra capacità polmonare e molti di noi finiscono col dover imparare a respirare in età adulta.

Uno dei modi miglior per farlo è la pratica yoga. Grazie al pranayama, infatti, riscopriamo i naturali flussi respiratori e impariamo a respirare correttamente. Il modo più semplice per approcciarsi alla disciplina è iniziare un corso di yoga collettivo, in cui sviluppare la consapevolezza del respiro con i tuoi tempi.

Ti accorgerai che gli esercizi eseguiti durante la lezione hanno effetti benefici su tutto l’organismo che si protraggono durante l’arco di tutta la giornata.